one-kiss-girl

“valentino vestito di nuovo come le brocche del biancospino…”

è successo di nuovo.
disastroso primo 30-days con un tizio che in meno di una settimana mi aveva già presentato a tutta la famiglia , oltre che progettato, e mai mantenuto, di (nell’ordine) 1. portarmi in un albergo super fico a new york 2. mettermi a posto la caldaia 3. aiutarmi a sistemare delle cose in casa 4. fare qualcosa di fico insieme per il mio compleanno e poi altre varie ed eventuali.
ok. finisce in silenzio (mio) e con chiodo-scaccia-chiodo accettando l’invito di un tizio piuttosto carino che mi da l’idea di essere uno simpatico ed alla mano.

epilogo? dopo una bella serata – il rimpiazzo per il mio compleanno –  con pomiciatina in macchina e desiderio alle stelle, la sera successiva passa a salutarmi e poi… rapporto epistolare.

una settimana intera di messaggi di buongiorno-buonanotte-cosafaipiccola, ma senza mai un accenno ad un normale “quando ci rivediamo?”.
e io no, non capisco. proprio no.
senza peli sulla lingua gli chiedo spiegazioni e mi dice che “se fossi stata più aggressiva” gli sarebbe rimasta la voglia di rivedermi. o di scoparmi.
(leggi: se fossi andata a letto con lui subito o avessi fatto altro poichè “non esiste solo il rapporto completo”)

io sono basita.
al di là del meglio o peggio coglione di turno,mi chiedo come e cosa stia cambiando.

il desiderio… non si fa più crescere? e soprattutto, se desideri una persona una sera, la notte dopo non vorresti farla tua?

e poi ancora. tu lo sapevi chi ero. lo sapevi benissimo.
ma come tutti sei rimasto infatuato dell’idea di “farti la ballerina”. e poi ti ci sei incazzato perchè “la ballerina” non corrispondeva alla tua idea che ti eri fatto di lei.

forse sono cresciuta troppo con duras, nin, bukovskij. forse ho incontrato persone che la pensavano come me. italiane e straniere. ma sono davvero sconcertata nel sentirmi dire, con una certa aggressività, che è stato fatto come volevo io, che io non ho risposto in un certo modo, che non sono stata sufficientemente passionale-aggressiva-focosa, che cerco il rapporto mentale (che poi è vero, ma mentale e fisico possono essere strettamente collegati, se ci sai fare.)
al mio sarcastico “non sapevo che lo scambio fosse un coctail per un pompino” è partita una filippica che se faccio una domanda devo ascoltare la risposta anche se non mi piace.

il punto è: non capisco questo puntare il dito. mi fa sinceramente male.
perchè non ti domandi il perchè non sono venuta a letto con te? perchè non ti domandi se tu sei stato all’altezza anzichè cercare di farmi sentire inadeguata?

non capisco questo invitarti fuori una sera, stare bene e poi continuare a cercarti, ma senza volerti vedere.

non presentarmi la tua famiglia se non ti interesso.
non mandarmi messaggi se la serata non ti è piaciuta.

il desiderio va alimentato. io ho fisicamente bisogno di rivederla una persona, di sentirla pelle sulla pelle, di sentir crescere il tutto. che non è necessariamente un rapporto. può essere anche solo, semplice, meraviglioso sesso.

e poi sono sconcertata nel sentirmi velatamente dire di non essere passionale. o focosa.

forse mi sono persa. non riesco più a sentire le persone. a capirle. e mi fa davvero strano.

PS. l’altra sera ho baciato f. , è stato bello. sono certa che non ci vedremo più.
one-kiss-girl

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: