#‎noicheusiamoilcorpo‬ (lode)

ecco. noi che usiamo il corpo per lavorare, per danzare, per recitare, per muoverci, per giocolare, siamo bellissimi.
non ce n’è.
siamo sacralmente belli. la nostra figosità sta in un polso. in un pollice, nello sguardo, nella pancia, in una spalla, in un nervo.
no, non siamo perfetti. che avete capito.
spesso non abbiamo i muscoli ben disegnati, non abbiamo i denti in ceramica, e abbiamo i peli fuori posto.
ma quando ci guardate, e ci guardiamo, vi trasportiamo nel nostro mondo. un mondo dove noi siamo perfetti. bellissimi. esseri incantati.
dove i vostri occhi e la vostra bocca si spalancano. e talvolta, quando il viaggio è molto intenso, vi escono anche delle lacrime.
l’energia che scorre dentro di noi esce da ogni poro, da ogni capello, da ogni unghia.
si, anche se siamo alti un-metro-e-venti e se abbiamo la pancia. pelosa.
e poi, quando vi guardiamo, vediamo oltre i vostri corpi perfetti. e vediamo se siete belli per davvero, o se fate finta.
noi vi vediamo e ci lasciamo guardare (qualche volta)

basta poco per farci stare male, sapete? basta davvero poco per mandarci in crisi e farci sentire incompresi o brutti o inadatti o dei disadattati.
sì, perchè noi ci sentiamo sempre un po’ alieni. un po’ strani. un po’ diversi.
ma se poi ci rimettete su un palco, a lezione, o anche solo chiusi in una stanza con la nostra arte, rifioriamo.
perchè non c’è abbastanza spazio nel corpo per contenerla, ed allora esce fuori, straborda e contamina tutto ciò che c’è intorno.
e poi, quando ci incontriamo tra di noi, quando ci riconosciamo, succede la magia.

sappiate che non potremo mai avere un rapporto monogamico con voi. sappiate che se entrate nella nostra vita, avrete sempre a che fare con noi, l’arte e voi. un triangolo. per sempre.
e se vorrete altro non potrete mai godere davvero di quello che siamo noi. e se ci chiederete di scegliere o, più subdolamente, ignorerete lei, ci farete morire. lentamente. fino a che lei avrà di nuovo il sopravvento.

non so quanto riusciremo a condividere, non so se vi ameremo mai come voi vorreste essere amati. ma vi ameremo di più ed in un modo che voi non conoscete. potreste impazzire, arrabbiarvi, incazzarvi, odiarci. sappiate solo che non siamo cattivi.
siamo solo distruttivi, con la stessa intensità di un uragano.

e quando ci mettete vicini, splendiamo. come le lucciole.

tutto quì.
con amore ❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: