“ma tu interpreti?”

“ma tu interpreti?”
“no, io disegno. disegno la musica nell’aria, con il mio corpo. le percussioni, i violini, gli arpeggi, le vibrazioni… con le orecchie la ascolti e mentre mi guardi, la vedi… non faccio null’altro che… disegnarla. il mio corpo è il mio strumento. come il pennello o la matita, come un sax o un tamburo. tutto quì. non interpreto, non leggo tra le righe, non invento nulla. non recito. lascio solo che lei filtri nel mio corpo, esattamente come la stanno suonando “

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: