Cosa è…. (wish you were here. feel you here)

Che cosa è l’amore?
Io non lo so. Ma so bene cosa non è : sofferenza.
Non è follia autodistruttiva.
Non è quel riccio allo stomaco che non ti permette di vivere e ti fa perdere te stesso.
Non è annullarsi.
Non è un pensiero ossessivo che non ti lascia respirare.
Non è dormire per terra perchè non hai le forze di alzarti. Non è lasciarti morire senza anima e perdere la Vita. Non è continuare a piangere e distruggersi e sentire il vuoto.
No. Non è tutto questo. Neppure quando i corpi si separano. Questa è la Paura. E’ il non abbandonarsi all’amore, è combatterlo, con tutte le nostre forze. E’ intrappolarlo, non lasciarlo libero, volerlo annientare.

Amare è desiderare il bene dell’altro più del proprio, anche a costo del distacco. Amare è fermare i pensieri e guardare prima con il cuore. Sentire, al di là delle parole. Sentire, al di là del sesso. E’ entrare naturalmente nella vita di una persona, senza sforzi ed accorgersi che è come se fosse sempre stata lì. Prendersi cura dell’altro quando sta male di notte, quando vomita, ha la febbre, è triste e tu l’indomai devi andare a lavorare. Ascoltare i suoi incubi quando ti sveglia mentre stai dormendo e tenerla stretta, per proteggerla da tutto. Addormentarsi ascoltando il suo respiro e respirare insieme. Non riuscire a dormire se non si è attorcigliati l’uno all’altra. Amare è confondere il proprio odore con quello dell’altro. E’ ridere. Scoppiare a ridere sempre, per un nonnulla. Per i propri difetti. L’amore è quella cosa che quando sei arrabbiato ti stupisce, dove basta una sola parola, una foto, un morso o un dispetto per sciogliere tutto. Dove ti basta dare un morso, farle un dispetto, per sentirti di nuovo bene.

Forse ci sono tanti tipi di persone, quelle uguali, le anime affini, le anime gemelle. E poi ci sono quelli diversi, quelli su cui nessuno punterebbe 5 lire, perchè tutti guardano solo il loro involucro, il loro atteggiamento e “quelli lì non durano due giorni, non ci azzeccano un cazzo”. Quelli che sono così diversi che non sai come abbiano fatto a non trovarsi prima. Ma invece l’amore è così, ti coglie impreparato, quando sei lì, ancora innamorato di un’ex, quando sei lì che non credi esista, quando l’unica cosa a cui pensi è avere mille storie fasulle. E invece no, l’amore arriva e ti spalanca il cuore e quello che non credevi possibile, diventa incredibilmente reale, naturale, semplice. Come se fosse sempre stato lì. Così bello che quasi hai paura a respirare perchè pensi che potresti svegliarti da un momento all’altro. E ogni mattina ed ogni sera l’unica cosa che riesci a dire è “grazie”. Solo e semplicemente “grazie”. Grazie perchè tutto questo è meraviglioso. Grazie perchè ti senti come avvolto un una coperta calda e confortevole. Ti senti amato. Così, solo per quello che sei. E lasci giù la maschera, la parte che tutti conoscono e ti accoccoli come un pulcino sotto la sua ala. Semplicemente.

L’amore non è perfetto, non è perfezione. Ti fa osare. Osare e fare cose che se ti fermia pensare non faresti. Ti fa rischiare senza avere un tornaconto. Ti fa dire “ho sbagliato” ed esserci. Ti fa andare avanti.
E’ essere consapevoli dei difetti dell’altra persona, vederli tutti. Vedere anche quelli che gli altri non vedono e che non vede lei stessa. Ma sentire che quella persona non sarebbe così se non si portasse addosso anche quelli. E’ conoscere le pieghe del suo corpo ed anche i suoi punti neri. E’ chiudere gli occhi e sentire che è lì, con te, dentro di te. Ovunque tu sia. E’ abbracciarsi e sentire i muscoli sciogliersi. E’ sentirsi a casa.

L’amore ti mostra le tue paure, i tuoi irrisolti. Il dramma dell’abbandono, della gelosia, le tue scappatoie, il tradimento. E’ uno strumento prezioso per vederle davanti a te, per sentirle fortemente. Ti fa arrabbiare. E certe volte poi la paura diventa così grande che molli tutto, che scappi, che vorresti non fosse mai esistita l’altra persona. Perchè l’altra persona è lì che, inconsapevolmente, con il suo amore, ti mostra i tuoi limiti e ti mostra tutto quello che potresti essere se tu osassi. Come se fossi nudo davanti allo specchio della tua anima. In silenzio. Ti mostra con la sua sola presenza ciò che non sei e fingi di essere. E ti senti impotente, non all’altezza, hai paura che quello che vedi non possa essere davvero tu. Hai paura di non farcela. Ed allora inizi a scalciare, scalpitare, scappare, mettere più miglia possibili tra te e questo fascio di luce.
Provi ad odiare, cancellare, allontanare. Provi a demolire e dimenticare tutto. E però quando ti svegli, anche se sei in capo al mondo, lo trovi ancora lì. Lì seduto che ti guarda. Con il cervello che per combatterlo ed annientarlo da sfogo al terrore puro e invece lui no. Lui se ne resta lì. Perchè l’amore lo sa che qualsiasi cosa tu faccia, sarà solo un prendersi per il culo, una finzione. L’amore lo sa.
L’amore lo sa che non esiste un modo per distruggerlo, che neppure la rabbia ce la fa. Tutto quello che facciamo diventa autodistruttivo ed anziché annientare l’altro il male ci torna indietro amplificato. E lui se la ride. Ride di noi, di te, di me. Sta lì ed aspetta. Aspetta che deponiamo le armi.
Due corpi possono separarsi, ma le anime restano unite nel loro amore e fino a che non le liberi resterà la sofferenza. Fino a che non si accetta che i corpi sono indipendenti dall’anima e che l’amore riguarda solo le anime, l’anima da dentro scalcerà e fare male al corpo che la intrappola, annienterà il cervello, porterà alla pazzia.

Forse l’essere umano non è fatto per amare. Forse l’amore è qualcosa di così immenso che lo possiamo vivere solo quando non pensiamo, quando siamo senza corpo, perchè nel momento esatto in cui accendiamo il cervello arriva la paura. Come quando Adamo si accorse di essere nudo. E la paura annienta tutto. Perchè se solo ci fermiamo a guardarlo ci spaventiamo e non ci sentiamo “abbastanza” per una cosa così immensa ed allo stesso tempo così semplice e naturale.

Forse gli dei ce lo hanno donato per ridere di noi, alle nostre spalle. Consapevoli delle lotte che avrebbe creato. Del subbuglio.
L’amore è una forza che esiste da prima di noi. E’ come le onde del mare, non puoi fermarlo e non puoi catturarlo a tuo piacimento. Puoi solo arrenderti. Anche se non ci credi, anche se fino a quel momento pensavi che non esistesse.
Più lo combatti e più torna indietro  violentemente, trasformato e ti ferisce e ti fa male. Puoi solo lasciarti andare con l’onda. Ed è spaventoso. Ti caghi addosso perchè non lo sai per davvero che cosa succederà. No, non lo sai. Ma senti che è un’emozione così bella, un nutrimento così puro che se solo ci provi, puoi cambiare la tua vita.

L’amore non ti fa tornare indietro, ti fa solo andare avanti. Ti apre al nuovo. Ti dona la forza per rinnovarti ed uscire dalla pelle ormai logora. Abbatte le tue difese ed è più potente della rabbia. L’amore sopravvive al distacco, alla lontananza, al tempo, alla morte.
Le anime non hanno un corpo. Le anime sanno.

https://www.youtube.com/watch?v=NavVfpp-1L4

Annunci

3 pensieri su “Cosa è…. (wish you were here. feel you here)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: