stralci da una vita passata (appunti di)

Irrazionale voglia di fermare l’attimo.

Dove l’onda decide di fermarsi per poi tornare indietro?

Quale il momento in cui la fine diviene un nuovo inizio?

e la paura?

Cosa blocca il flusso dei sentimenti, come un muro, che inibisce la possibilitàdi capire se stessi?

Invidiamo chi sa amare.
O forse solo chi si permette di vivere?

Troppe colpe non nostre, inutili vittime di gemelli neri che non abbiamo scelto noi di far morire.

L’urlo della vita tolta prematuramente sconquassa le viscere.

Eppure, anche se a metà, stanotte la Luna è enorme e invoca la Vita.

Siamo lontani come naufraghi di tempeste differenti, eppure, anche solo per un attimo, stanotte, chiudendo gli occhi, ho visto i tuoi.

(to f. – apr. 2010)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: