della cucina in solitaria, del sushi, delle voglie matte (ricette)

Stasera avevo voglia di sushi. Una gran voglia di sushi.

Alle volte capita, è come un momento di astinenza e non puoi fare nulla se non cercare di soddisfarlo. Ma il desiderio non si lascia abbindolare da un nigiri al salmone qualsiasi, No. Quando arriva l’Idea, desidera solo Quello. E non puoi fregarla, o inizia a tampinarti per giorni.

Non so bene cosa mi prenda quando sono nella mia città, all’improvviso non so più stare da sola in un ristorante, all’improvviso mangiare da sola mi sembra triste.

Quando viaggio mangiare da sola è meraviglioso. Seduta al mio tavolo, io ed il Menu. A guardarci, a studiarci. Ma il pasto inizia da prima, nella scelta del posticino dove andare. E poi il tavolo, di solito in una bella posizione, ma non troppo in mezzo, distaccato, discreto. A Parigi, in un cafè con la vista sulla strada. A Londra, su un bancone. Ad Assisi, vista panoramica. A Genova, focaccia sulla spiaggia. In aereoporto, vista passeggeri. E così via.

Quando mangi da sola tutti ti coccolano. E se non vuoi essere disturbata basta tirare fuori un libro, in un’altra lingua. Un moleskine su cui scrivere. E via, la fantasia vola.

Ma a me piace mangiare. Studio il menu, guardo i piatti, e poi godo nell’assaporare i cibi, gli accostamenti, mi lascio trasportare dai magici incontri gastronomici.

Stasera vado dal mio jappo di fiducia, quello che costa un po’ di più,  ma che sai che non ti delude, che come fa lui i nigiri ti si sciolgono in bocca. Che prima di raggiungere le labbra, ogni boccone è già arrivato allo stomaco attraverso gli occhi. No, non mi fermo.. prendo un take away, e poi mangio in sala, sul tappeto di pelo bianco.

Sto guidando, una telefonata. Mi distraggo, ed oramai è troppo tardi per tornare indietro.
Ok, arrivo a casa e mi metto a cucinare.

E’ praticamente da quando ho traslocato che, per un motivo o per l’altro, rinvio sempre il mio ritorno ai fornelli. Amo cucinare, e non solo per gli altri. Amo mangiare, pertanto cucinare per me stessa, lo trovo uno stupendo atto d’amore verso di me.

L’idea di ricominciare a cucinare per davvero per me stessa mi era ostica. Un po’ come tagliare un altro pezzo di cordone con la mia vita passata. Anche qui posso stare bene.

Apro la dispensa. Ho degli strani spaghetti fatti con la pasta dei pizzoccheri che mi sono portata via ancora dall’altra casa. Alcuni pomodorini. Tiro fuori la padella e faccio rosolare una manciata di semi di sesamo ed una di cumino. I pomodorini. Nel frattempo l’acqua bolle. Butto la pasta. Ma c’è in frigo quel mezzo avocado. Qualcuno ricordo mi aveva detto che nella pasta è sublime. Deve essere stato uno dei miei amici cuochi. Storco ancora il naso per l’accostamento. Lo schiaccio e lo butto in padella, sopra i pomodorini ormai pronti. già che ci sono, provo.

Scolo la pasta. Questo coso dell’ikea che si appoggia da lato a lato del lavello è incredibilmente funzionale. Adoro quando riesco a far girare la pasta in padella con quel tac del polso. L’unico ricordo bello che ho di M.

In frigo ho quel divino formaggino di capra, quello duro al centro che si fonde ai lati. E già il mio palato l’ha sposato con la crema di balsamico che attende di essere (finalmente) inaugurata. Si, la crema deve essere da qualche parte.

Quadratino di capra, goccia di balsamico. Forchettata di spaghetti di saraceno con pomodorini saltati, avocado e misto di semi di sesamo e cumino.

Apro la bocca.
Chiudo gli occhi.
E mi sento come il topo di Ratatouille

BB King, suona soddisfatto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: